NIDA in ospedale: gestione sicura delle cure ai pazienti e dei processi

Gli studi dimostrano che l'uso di NIDA può far risparmiare più di trenta minuti nel ricovero e nelle cure ai pazienti urgenti in arrivo. NIDA rende possibile guadagnare tempo supportando il processo in diversi modi.

NIDA è in grado di trasmettere il protocollo del servizio sanitario di emergenza, che finora veniva consegnato solo come stampa o addirittura scritto a mano, in formato PDF all'ospedale di ricovero. A tale scopo, in ciascun ospedale viene configurata una casella di posta su un server. Il servizio sanitario di emergenza deposita il suo protocollo nella relativa casella di posta all'atto del ricovero. Qui l'ospedale può recuperarlo con un client. La trasmissione dei dati avviene con tutti i dati del paziente o in modo anonimizzato.

NIDA supporta anche l'intero pre-ricovero dei pazienti, grazie ad esempio a NIDAstroke.assistant e NIDAcardio.assistant. Con questi moduli NIDA, i dati rilevanti dei pazienti vengono raccolti dal servizio sanitario di emergenza e trasmessi preventivamente all'ospedale. In questo modo, la squadra di emergenza dell'ospedale di ricovero riceve ad es. una "lista di controllo" con i dettagli rilevanti dell'intervento. Il personale ospedaliero viene avvisato tramite cercapersone e può visualizzare le informazioni del servizio sanitario di emergenza su qualsiasi computer della rete dell'ospedale. Allo stesso tempo, il paziente viene registrato tramite il SIS. Le cure al paziente possono iniziare subito dopo l'arrivo del mezzo di soccorso.

Una panoramica sui vantaggi di NIDA per l'ospedale

  • Cure ai pazienti urgenti più rapide, efficienti e migliori grazie al personale giusto e all'attrezzatura adatta
  • Informazioni complete sul paziente tramite pre-ricovero, ad es. parametri vitali, trend, ECG a riposo, immagini, ecc.
  • Standardizzazione dei processi grazie a NIDAstroke.assistant e NIDAcardio.assistant
  • Ottimizzazione dei processi e pertanto potenziale per la riduzione dei costi
  • Migliore comunicazione tra ospedale e servizio sanitario di emergenza

 

NIDAstroke.assistant

Reazione rapida in caso di ictus cerebrale

Il successo del trattamento di un ictus cerebrale dipende essenzialmente dall'avvio tempestivo della terapia corretta. Gli anelli della catena di salvataggio devono inoltre concatenarsi perfettamente. NIDAstroke.assistant è un sistema per la registrazione degli interventi e per il ricovero in ospedale, sviluppato appositamente per i pazienti colpiti da ictus cerebrale.

Il servizio sanitario di emergenza è il grado di registrare informazioni importanti sul paziente già presso il luogo dell'intervento e di trasmetterle preventivamente all'ospedale di ricovero. In questo modo, il team medico in ospedale può prepararsi in modo ottimale all'emergenza ancora prima dell'arrivo del paziente, in quanto viene avvisato tramite cercapersone e può visualizzare le informazioni del servizio sanitario di emergenza su qualsiasi computer della rete dell'ospedale. Allo stesso tempo, il paziente viene registrato tramite il SIS. Le cure al paziente all'interno dell'ospedale possono iniziare subito dopo l'arrivo del mezzo di soccorso.

 

NIDAcardio.assistant

Assistenza ottimale ai pazienti colpiti da infarto cardiaco

Proprio come nei casi di ictus cerebrale, il paziente colpito da infarto cardiaco deve ricevere una terapia adeguata il prima possibile, idealmente entro i primi novanta cruciali minuti.

NIDAcardio.assistant esegue un ECG già sul luogo dell'intervento e ne trasmette i risultati via radio all'ospedale di ricovero, insieme ad altri dettagli sul paziente. In ospedale, un cardiologo analizza i dati e decide come procedere insieme al medico di emergenza. Si guadagnano quindi minuti decisivi per la cura del paziente. In ospedale, tutto è pronto per il ricovero, la diagnosi e la terapia all'arrivo del mezzo di soccorso.